2i Rete Gas Impianti | Per le società di vendita | Prestazioni accessorie e opzionali – Prezzi

Prestazioni accessorie e opzionali – Prezzi

Su richiesta dell’Utente o, per il suo tramite, del Cliente Finale, il Distributore fornisce le prestazioni accessorie e opzionali descritte nel seguito. Le prestazioni con codice MCV e ASS sono anche rese dal distributore di propria iniziativa.
Le richieste di prestazione devono essere inoltrate al Distributore secondo i canali da questo resi noti ed utilizzando la modulistica eventualmente resa disponibile.

Prestazioni

Attivazione della fornitura soggetta alla disciplina prevista dalla Deliberazione n. 40/14
Codice prestazione A40

La prestazione prevede l’avvio dell’alimentazione del contatore installato presso il punto di riconsegna, previa verifica di funzionalità e tenuta del misuratore, con esclusione del corrispettivo per l’installazione del gruppo di misura.
La prestazione prevede l’avvio dell’alimentazione del contatore installato presso il punto di riconsegna, previa verifica di funzionalità e tenuta del misuratore, con esclusione del corrispettivo per l’installazione del gruppo di misura.
La prestazione è subordinata all’esito positivo degli accertamenti previsti dalla delibera ARERA n. 40/14 e smi.
A40_0050 (XLS 22 Kb)


Attivazione della fornitura non soggetta alla disciplina prevista dalla Deliberazione n. 40/14
Codice prestazione A01

La prestazione prevede l’avvio dell’alimentazione del contatore installato presso il punto di riconsegna, previa verifica di funzionalità e tenuta del misuratore, con esclusione del corrispettivo per l’installazione del gruppo di misura.La prestazione è richiesta per gli impianti di utenza non soggetti alla disciplina prevista dalla delibera 40/14 e s.m.i.
A01_0050 (XLS 22 Kb)


Attivazione di servizi sostitutivi di alimentazione in caso di mancata consegna del gas al PdR della rete di trasporto
Codice prestazione ASS

In caso di mancata consegna del gas al PdR della rete di trasporto, il Distributore attiva, se tecnicamente possibile, l’alimentazione sostitutiva per garantire l’erogazione del servizio di distribuzione:

  • di propria in iniziativa;
  • qualora venga richiesta da almeno un Utente del servizio di distribuzione.

Le modalità di svolgimento del servizio e di ripartizione dei costi sono quelle indicate nell’articolo 8.2.8. del codice di rete di distribuzione adottato.

In particolare il costo della materia prima e del servizio di trasporto mediante carri bombolai (e relativi costi di compressione e successiva riduzione di pressione ed immissione al PdR della rete di trasporto) saranno desumibili dalle fatture del fornitore, mentre i costi del servizio prestato dal distributore sono riportati nell’elenco prezzi.


Disattivazione della fornitura su richiesta del Cliente Finale
Codice prestazione D01
La prestazione viene eseguita su richiesta dell’Utente a fronte di una corrispondente richiesta del Cliente Finale e prevede:

  • la rilevazione del valore del segnante del contatore;
  • la chiusura della valvola di monte del supporto del misuratore;
  • la rimozione del misuratore ed apposizione di tappo sigillato.

D01 (XLS 22 Kb)


Esecuzione lavori
Codice prestazione E01

Definizione di lavoro complesso
E’ la realizzazione, modifica o sostituzione a regola d’arte, su richiesta del richiedente, dell’allacciamento e/o di condotte, in tutti i casi non riconducibili all’esecuzione di lavori semplici; è altresì la realizzazione o lo spostamento di intere colonne montanti al servizio di almeno cinque clienti finali.

Definizione di lavoro semplice

Per i clienti finali allacciati o da allacciare alla rete di bassa pressione, è la realizzazione, modifica o sostituzione a regola d’arte, su richiesta del richiedente, dell’allacciamento in bassa pressione, eseguita con un intervento limitato all’allacciamento medesimo ed eventualmente al gruppo di misura.

Per i clienti finali allacciati o da allacciare alla rete di alta o media pressione ed alimentati in bassa pressione, nel caso di singoli clienti finali o di più clienti finali allacciati o da allacciare mediante un’unica presa, e per i quali è prevista l’installazione di gruppi di misura fino alla classe G 6 compresa, è la realizzazione, modifica o sostituzione a regola d’arte, su richiesta del richiedente, dell’allacciamento, eseguita con un intervento limitato all’allacciamento medesimo ed eventualmente al gruppo di misura.

L’esecuzione di lavori è subordinata alla verifica di fattibilità tecnica ed è resa dietro versamento del corrispettivo richiesto nel preventivo che l’impresa di distribuzione emetterà, in accordo con quanto previsto nella delibera ARERA n. 574/2013/R/GAS e s.m.i., sulla base delle voci di prezzo riportate nell’elenco prezzi e, qualora non presenti, determinate in coerenza con quanto contemplato nei titoli concessori/affidamento in base ai quali il distributore svolge il servizio salvo che sia diversamente disciplinato dall’ARERA.
E01_0050 (XLS 19 Kb)


Lettura Gruppi di Misura installati presso i PdR
Codice prestazione L_UTV, L_C, L_UTD, L_V, L_D e L_O
(*) Il codice della prestazione varia in base al tipo di lettura da eseguire.
L’attività consiste nella rilevazione dei dati di misura del singolo punto di riconsegna e nella relativa messa a disposizione e trasmissione all’Utente, secondo protocolli definiti dal distributore e comunicati all’Utente all’atto dell’accesso del servizio. L’attività si distingue in:

  • Lettura una tantum in data definita dall’Utente (L_UTV)
  • Lettura secondo disponibilità del cliente finale/Utente effettuata in contraddittorio (L_C)
  • Lettura una tantum in data definita dal distributore (L_UTD)
  • Lettura di verifica (L_V)
  • Lettura affidata continuativamene dal Venditore con calendario attività concordato col distributore (L_D)
  • Letture con calendario attività stabilito dal venditore (L_O)

Gli oneri in materia di raccolta, validazione e registrazione delle misure secondo quanto previsto dalla Delibera dell’ARERA ARG/gas 69/09 sono remunerate in tariffa secondo quanto stabilito dalla delibera dell’ARERA ARG/gas 159/08 e s.m.i.
I prezzi si riferiscono pertanto alle attività di rilevazione delle misure dei punti di riconsegna con modalità e tempistiche specifiche, non previste dalla delibera dell’ARERA ARG/gas 69/09.
Lettura Gruppi di Misura installati presso i PdR – Codice prestazione L_UTV, L_C, L_UTD, L_V, L_D e L_O (XLS 24 Kb)


Manutenzione periodica e verifica dei correttori di volume
Codice prestazione MCV
La prestazione prevede:

  • manutenzione e verifica di integrità dei correttori;
  • interventi di riprogrammazione e richieste di rilegalizzazione delle apparecchiature;
  • sostituzione periodica batterie di alimentazione;
  • certificazione periodica, effettuate da operatori metrici riconosciuti dalla CCIAA, in autocertificazione o con la presenza dell’Ispettore metrico della CCIAA di riferimento; tale attività viene svolta con le frequenze stabilite dalla normativa vigente;
  • quanto altro necessario per garantire il regolare funzionamento delle apparecchiature.

Sono inclusi gli oneri tariffari per verifiche metrologiche della CCIAA competente per territorio.
La prestazione non prevede la sostituzione delle batterie di alimentazione il cui onere sarà attribuito separatamente all’Utente del servizio di distribuzione secondo quanto riportato nell’elenco prezzi.


Preventivazione Lavori
Codice prestazione PN1, PM1 e PR1
Il preventivo per l’esecuzione di lavori viene predisposto dall’impresa distributrice, secondo quanto previsto dalla delibera ARERA ARG/gas 574/2013/R/GAS e s.m.i., e comunicato al richiedente per ogni richiesta di lavori indipendentemente dall’ammontare del contributo richiesto.
La prestazione può essere richiesta utilizzando i moduli:

  • PN1 – per il preventivo di nuovo impianto;
  • PM1 – per il preventivo di modifica impianto;
  • PR1 – per il preventivo di rimozione impianto.

Nessun corrispettivo è richiesto dall’impresa distributrice per l’esecuzione di tale prestazione.
PN1_0050 (XLS 20 Kb)
Modulo PM1 – Richiesta preventivo modifica impianto (XLS 21 Kb)
Modulo PR1 – Richiesta preventivo rimozione impianto (XLS 21 Kb)


Riapertura del punto di riconsegna su richiesta dell’Utente, a seguito di sospensione per cause dipendenti dall’impianto del Cliente Finale
Codice prestazione RCC

La prestazione viene eseguita nel rispetto dei tempi previsti dalla delibera ARERA n.574/2013/R/GAS e s.m.i. per i casi di “attivazione della fornitura”.
Nel caso di richiesta di riapertura di un impianto per il quale la fornitura sia stata sospesa dal Distributore a seguito di dispersione rilevata sull’impianto di utenza, la prestazione viene eseguita solo a seguito di presentazione, da parte del Cliente Finale, del rapporto di prova di cui alla UNI 11137 debitamente compilato e sottoscritto da installatore abilitato.

Procedura per la riattivazione di un impianto di utenza in servizio per il quale la fornitura è stata sospesa dal distributore a seguito di dispersione di gas.

In questo caso la prestazione viene garantita senza richiesta di corrispettivi al Cliente Finale, al fine di evitare che la richiesta di corrispettivi possa costituire un deterrente alla segnalazione di eventuali dispersioni di gas.


Riattivazione della fornitura in seguito a sospensione per morosità
Codice prestazione R01

La prestazione viene eseguita su richiesta dell’Utente e nel rispetto dei tempi e delle modalità previste dalla delibera ARERA n. 574/2013/R/GAS e s.m.i. e consiste nel ripristino dell’alimentazione del PdR che pone fine alla sospensione della fornitura per morosità del Cliente Finale.
La prestazione comprende il rilevamento, se possibile, del segnante del contatore e la successiva comunicazione all’Utente.
R01 (XLS 22 Kb)


Sopralluoghi tecnici per verifiche eventuali manomissioni al contatore/gruppo di misura
Codice prestazione STM

L’attività viene prestata dietro richiesta dell’Utente e consiste nell’effettuazione di un sopralluogo tecnico finalizzato a verificare eventuali manomissioni dei gruppi di misura.

La prestazione comprende il rilevamento, se possibile, del segnante del contatore e la successiva comunicazione all’Utente.

Gli esiti della verifica saranno comunicati all’Utente utilizzando i canali definiti in accordo all’articolo 4.1.1. del Codice di Rete adottato.
Spetterà pertanto all’Utente ogni ulteriore determinazione in merito.
La prestazione dovrà essere concordata con il Distributore con anticipo minimo di 5 gg. lavorativi e verrà effettuata durante il periodo di normale orario di lavoro.
Modulo STM – Richiesta sopralluogo gruppo di misura (XLS 23 Kb)


Sospensione della fornitura per morosità
Codice prestazione SM1

La prestazione, erogata su richiesta dell’Utente, consiste nella sospensione temporanea della fornitura al Cliente Finale, mediante la chiusura e sigillatura della valvola posta a monte del contatore e/o altro intervento equivalente.

La prestazione comprende il rilevamento, se possibile, del segnante del contatore e la successiva comunicazione all’Utente. L’intervento non interrompe il servizio di distribuzione.
Il punto di riconsegna chiuso per morosità del Cliente Finale rimane in carico all’Utente che resta responsabile degli eventuali prelievi di gas e di quant’altro dovuto sino a quando non invierà al distributore apposita comunicazione di cessazione amministrativa che consente di interrompere il servizio di distribuzione.

Nel caso in cui risulti impossibile eseguire l’intervento per cause indipendenti dal distributore, si procederà secondo quanto illustrato nell’articolo 8.2.3.2 del codice di rete di distribuzione adottato.
SM1 (XLS 22 Kb)


Interruzione del Punto di Riconsegna
Codice prestazione SM2

Qualora sia impossibile procedere agli interventi tecnici, il Distributore comunicherà all’Utente che l’interruzione dell’alimentazione del Punto di Riconsegna potrà eventualmente avvenire mediante l’organizzazione di un accesso forzoso, di cui l’Utente stesso dovrà farsi carico, ad esito di provvedimento giudiziale o della Pubblica Autorità.
SM2 (XLS 22 Kb)


Verifica del gruppo di misura su richiesta del cliente finale
Codice prestazione V01

L’attività di verifica della funzionalità del gruppo di misura, richiesta direttamente dall’Utente o, per il tramite di questi, dal Cliente Finale, viene effettuata in accordo alla normativa tecnica vigente e può essere condotta in loco (limitatamente alle classi fino al G6 compreso) o presso un laboratorio specializzato (per tutte le classi di contatore).

Qualora dalla verifica risulti la correttezza della misura l’Utente dovrà corrispondere l’importo previsto nell’elenco prezzi; qualora invece la verifica dia esito negativo il distributore se ne assumerà il relativo onere fermo restando la rideterminazione dei volumi di gas riconsegnati per il periodo di irregolare funzionamento secondo quanto disposto dal codice di rete di distribuzione adottato, dalla delibera ARERA n. 574/2013/R/GAS e s.m.i. e/o da eventuali regolamenti specifici di utenza.
V01_0050 (XLS 19 Kb)
V01_0051 (XLS 22 Kb)
V01_0052 (XLS 23 Kb)


Verifica della pressione di fornitura su richiesta del cliente finale
Codice prestazione V02

L’attività di verifica della pressione di fornitura, richiesta direttamente dall’Utente o, per il tramite di questi, dal Cliente Finale, viene eseguita secondo quanto disposto dalla delibera ARERA n. 574/2013/R/GAS e s.m.i.
Il corrispettivo riportato nell’elenco prezzi è richiesto solo nel caso in cui si rilevi una pressione di fornitura non inferiore a quella garantita.
Modulo V02 – Verifica pressione di fornitura (XLS 21 Kb)


Duplicato chiavi
Codice prestazione DC

In caso di smarrimento della chiave per accedere al misuratore è possibile richiedere alla società di distribuzione il duplicato inoltrando il tracciato in allegato debitamente compilato.

La nuova chiave verrà recapitata direttamente al cliente finale.

Il corrispettivo per l’esecuzione della seguente prestazione è pari a 30€.
Richiesta Duplicato Chiavi (XLS 13 Kb)


Controllo funzionale generico del misuratore
Controllo generico del misuratore non riferibile alla sicurezza, né alla verifica dell’errore di misura, eseguito su richiesta dell’Utente per situazioni quali, a
titolo di esempio: rumorosità del contatore, totalizzatore illeggibile/deteriorato, totalizzatore bloccato con passaggio di gas, ecc..
CFGM (XLS 22 Kb)


Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un PdR disalimentabile (Articolo 9 TIMG)
Nei casi in cui l’intervento di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità sia stato eseguito con esito positivo, qualora l’esercente la vendita abbia risolto per inadempimento il contratto con il cliente finale, l’utente del servizio di distribuzione può estinguere la propria responsabilità di prelievo presso il punto di riconsegna corrispondente al contratto risolto richiedendo all’impresa di distribuzione la Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un punto di riconsegna disalimentabile.
La prestazione ha effetto con decorrenza dal giorno indicato dall’utente come data di cessazione.
CA1 (XLS 22 Kb)


Cessazione amministrativa a seguito di impossibilità di interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna (Articolo 13 TIMG)
L’utente del servizio di distribuzione può richiedere all’impresa di distribuzione la Cessazione amministrativa per morosità a seguito di impossibilità di interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna nei casi in cui:
a) L’intervento di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità non sia  stato eseguito e l’impresa di distribuzione abbia indicato, nella comunicazione di cui al comma 6.3 lettera b) la non fattibilità tecnica o economica dell’intervento di Interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna.
b) L’esecuzione dell’Intervento di Interruzione dell’alimentazione del punto di riconsegna dia esito negativo.
La prestazione è efficace con decorrenza dal primo giorno del mese, su indicazione dell’utente del servizio di distribuzione.CA2 (XLS 24 Kb)


Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un punto di riconsegna non disalimentabile (Articolo 16 TIMG)
Qualora l’esercente la vendita abbia risolto per inadempimento il contratto con il cliente finale, l’utente del servizio di distribuzione può richiedere all’impresa di distribuzione la Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un punto di riconsegna non disalimentabile.
La prestazione ha effetto con decorrenza dal primo giorno del mese, su indicazione dell’utente del servizio di distribuzione.CA3 (XLS 23 Kb)


Cessazione amministrativa del servizio di distribuzione (per le cause di cui al comma 16.2 lettera c) della deliberazione N° 138/04.
A seguito della risoluzione del contratto di fornitura di cui ai commi 13.2 o 14.2 l’utente del servizio di distribuzione può chiedere la cessazione amministrativa del servizio, al fine di estinguere la propria responsabilità per i prelievi presso il punto di riconsegna oggetto del contratto di fornitura risolto. CA4 (XLS 22 Kb)

Prezzi

Elenco prezzi I tariffari relativi ai costi delle prestazioni accessorie e opzionali messe a disposizione da 2i Rete Gas Impianti per la propria clientela sono disponibili nella sezione dedicata ai prezzi. Prezzi
Top